I sindaci contro il turismo di massa
23/07/2019

Da Venezia a Barcellona, da Dubrovnik ad Amsterdam, da Malta all’Islanda. Tecnicamente si chiama overtourism ossia turismo di massa, letto con una connotazione negativa di insostenibilità che l’ha trasformato da straordinaria opportunità di crescita e sviluppo a problema numero uno per le amministrazioni locali. La soluzione, ovviamente, non pare esserci: regolare i flussi turistici, ridurre il numero di licenze delle strutture alberghiere ed extralberghiere, favorisce il turismo d’élite, va contro ogni contemporanea aspirazione del turista mordi-e-fuggi e rischia di danneggiare in maniera significativa importanti settori delle economie locali. E i vari intellettuali non perdono occasione per farlo notare sottolineando come il turismo possa “sfigurare” un luogo come Venezia.
Così mentre le grandi destinazioni d’arte e cultura lottano per affrontare le sfide del turismo di massa, i sindaci di 16 città tra cui Lisbona, Barcellona, Parigi, San Paolo e Seoul si sono incontrati per parlare di turismo sostenibile e “città per tutti”.
Tra compagnie aeree low cost che sbarcano masse di turisti e aumento dei prezzi delle case a causa del boom degli alloggi in affitto breve (vedi Airbnb) numerose città e località turistiche si sentono infatti “assediate” mentre i loro amministratori, in una sorta di battaglia di retroguardia, cercano soluzioni per gestire i flussi turistici di massa al di là del grande contributo che l’industria turistica porta alle economie locali. Purtroppo non sembrano rendersi conto che parlare di turismo di massa è un errore perché si tratta al contrario di masse di turisti, indipendenti per reddito, cultura, lifestyle, interessi, etc.. Ma i sindaci di tutto il mondo si sono riuniti e hanno adottato una dichiarazione, una frase unica nel suo genere per garantire che la crescita (inarrestabile) del turismo sia parimenti vantaggiosa per i visitatori e per i residenti: “costruire città per tutti”. Cosa significa non è dato a sapersi; attendiamo i possibili sviluppi.



Condividi sui Social:



« Torna alla lista





Newsletter


In primo piano




Iscriviti alla newsletter gratuita di Trademark Italia!
cancellami   | Privacy   |    Email:   
Trademark Italia s.r.l. | Corso d'Augusto, 97 - 47921 Rimini - Tel. 0541-56111 - Fax. 0541-25350 - E-mail: info@trademarkitalia.com     |   
REA: 196761 | Capitale in Bilancio 30.000 euro | P.iva 01461260406 | Privacy Policy | design by tattica