Perchè Amazon dovrebbe acquisire Airbnb
23/07/2019

Dopo che le operazioni di Amazon Local, Amazon Restaurants e Amazon Destinations avviate nel 2015 non hanno dato i risultati sperati, e dopo il più “semplice”, dal punto di vista strategico, investimento nella società britannica di distribuzione alimentare Deliveroo, il colosso mondiale della distribuzione potrebbe mettere gli occhi su Airbnb.
Negli Stati Uniti diversi analisti stanno ipotizzando che proprio l’acquisto della piattaforma leader nel settore della sharing hospitality possa essere il prossimo passo della compagnia di Seattle per penetrare il mercato dei viaggi e delle vacanze.
Le aziende del resto sono complementari: la piattaforma Airbnb utilizzata da milioni di host è un sistema di monitoraggio collegando al quale un servizio come Amazon Prime si potrebbe ottimizzare la redditività. Se poi si pensa che i 150 milioni di utenti Airbnb possono diventare un’opportunità per la vendita al dettaglio si chiude il cerchio.
In questo presunto percorso di acquisizione alcuni movimenti di persone fanno già pensare, visto che due figure strategiche del team esecutivo di Amazon sono passate ad Airbnb. Piccoli significativi segnali di quello che potrebbe accadere.
Aggiungere l’acquisto di Airbnb che porta con sé anche quello di Hotel Tonight, per Amazon potrebbe voler dire la creazione di ulteriori allargamenti della distribuzione con la possibilità di gestire, prevedere e controllare prezzi e prodotti. La mole di dati a disposizione consentirebbe alle due società di definire il mercato per l’upsell di qualunque servizio e amenity di viaggio a turisti e viaggiatori.
Le attività combinate di Amazon e Airbnb sfrutterebbero i punti di forza reciproci, non per amore del viaggio ma semplicemente per fare soldi. Conclusione: ad oggi, Amazon ha una capitalizzazione di mercato di oltre 800 miliardi di dollari, mentre si prevede che Airbnb sarà valutato circa 38 miliardi di dollari al momento dell’IPO, cioè solo il 5% del valore totale di Amazon. Le due entità combinate possono trarre vantaggio reciproco, ma soprattutto Airbnb può fungere da trampolino di lancio per Amazon nel settore turistico.



Condividi sui Social:



« Torna alla lista





Newsletter


In primo piano




Iscriviti alla newsletter gratuita di Trademark Italia!
cancellami   | Privacy   |    Email:   
Trademark Italia s.r.l. | Corso d'Augusto, 97 - 47921 Rimini - Tel. 0541-56111 - Fax. 0541-25350 - E-mail: info@trademarkitalia.com     |   
REA: 196761 | Capitale in Bilancio 30.000 euro | P.iva 01461260406 | Privacy Policy | design by tattica